Un anno vissuto in laboratorio: le linee guida degli “Italian Writing Teachers”

leggere_bambino

Ricordo esattamente l’attimo in cui è cominciata la mia metamorfosi.

Era il 2014 e con la classe prima (ora terza) partecipavo al concorso “Scrittori di Classe”, quando incappai nel blog della collega di lettere Jenny Poletti Riz, in cui lei raccontava con entusiasmo e competenza cosa facesse nelle sue ore di Italiano. Quanta ricchezza! Mi colpirono la vitalità della sua classe, l’aula trasformata in laboratorio rinascimentale: i ragazzi che usavano il taccuino dello scrittore, che limavano le bozze, che ascoltavano la lettura ad alta voce, che leggevano e presentavano un libro ai compagni, e molto altro.

All’improvviso pensai che quella strana ‘cosa’ lì, che scoprii chiamarsi ‘Laboratorio di scrittura e lettura’ (secondo il modello americano del “Writing and Reading Workshop”), era quello che avrebbe dovuto essere per me l’ora di Italiano. Ecco, aveva un nome la scuola che da sempre sognavo!

Come avrei potuto arrivare a lavorare in classe in modo simile? Come sarei riuscita a regalare ai miei studenti una scuola così piena di vita?

Scoprii, sempre grazie a Jenny, che la bibliografia sul metodo era (ed è tuttora) solo in Inglese.

E qui arrivò il secondo incontro folgorante. Quello con Nancie Atwell, che del metodo del “Writing and Reading Workshop” è una delle esponenti più importanti.

Ho cominciato a studiare “In The Middle”, oltre 600 pagine fitte fitte in inglese in cui Nancie spiega, o meglio racconta in modo appassionante come un romanzo, il metodo didattico da lei applicato nella sua scuola, grazie al quale ha vinto il Global Teacher’s Prize. Lo studio mi ha portato a far parte di un gruppo di docenti di lettere (“Italian Writing Teachers”) che Jenny ebbe l’idea di creare proprio per condividere il percorso di studio e di sperimentazione del metodo nella scuola italiana.

Nel mese di Aprile abbiamo anche reso pubblico un documento con le linee guida per condividere le nostre premesse teoriche e il metodo, completo di mappa delle scuole che stanno sperimentando.

Su quella mappa ci sono anch’io. Con la mia scuola e i miei studenti. E non mi sembra ancora vero.

Sono sempre più orgogliosa di far parte di un gruppo in cui ho conosciuto colleghe (le ‘amicolle’) dal talento eccezionale.

Felice di condividere un cammino, l’idea di una scuola in cui insieme si diventa comunità pensante di lettori e scrittori.

Una scuola in cui si sta bene e ci si sente accolti perché si può far sentire la propria voce.

L’anno scolastico che ormai sta per terminare è stato percorso da un sentimento costante: la convinzione di aver intrapreso una strada senza ritorno. Di aver voltato pagina. Questa idea mi sorregge ancora, mi regala entusiasmo anche quando non tutto procede a gonfie vele. Anche quando la stanchezza prevale.

Tanto studio e sperimentazione sul campo mi aspettano, per diventare l’insegnante che vorrei.

leggere_libro

La mia piccola biblioteca sul laboratorio di scrittura/lettura (in fieri)

LA ‘BIBBIA’ : Nancie Atwell, “In The Middle” A lifetime of Learning About Writing, Reading and Adolescents

LETTURA/SCRITTURA

Linda Rief, “Read, Write, Teach”- Choice and Challenge in the Reading-Writing Workshop

SCRITTURA

R. Fletcher-A. Portalupi, “Writing Workshop”

J. Serravallo, “The Writing Strategies Book”

G. Heard, “The Revision Toolbox – teaching techniques that work

LETTURA

Frank Serafini, “Lessons in comprehension”

Frank Serafini “The Reading Workshop”

Frank Serafini, “Around the Reading Workshop in 180 Days”

N. Atwell, “The reading zone”

J. Serravallo, “The Reading Strategies Book”

Empatia: viaggio dentro una parola

Risultati immagini per empatia

Empatia: significato

Empatia: significato 2 (migliore)

Presentazione sull’empatia

Articolo scientifico sui neuroni specchio

Articolo La Stampa su empatia

Lezioni di empatia (Danimarca)

genitori empatici

Museo sull’empatia

test sull’empatia

Un video sull’empatia

Film con Al Pacino

La musica crea empatia

Corto “Il potere dell’empatia”

Una canzone (video sull’empatia)

Leggere rende empatici

Finale del Buio oltre la siepe

“Il Buio oltre la siepe”:

  • brani in cui viene sviluppato il tema (discorso di Atticus, Scout guarda il mondo con gli occhi di Boo Radley).

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑